Endodonzia

le migliori terapie per salvaguardare la salute dei vostri denti


endodonziaQuando la carie, superati gli strati di smalto e dentina, raggiunge il nervo del dente causa un forte mal di denti, cui può seguire la formazione di un ascesso e il relativo viso gonfio.

Per pazienti che seguono i nostri protocolli di esame del rischio e di controllo periodico questa è un’evenienza rara, se escludiamo gli eventi traumatici.

In alcuni casi, quando il nervo non è stato invaso dai batteri, è possibile sotto visione microscopica trattare la superficie del nervo con il laser e mediante appositi materiali ricostruire la dentina che lo protegge. Trascorso opportuno tempo per la guarigione e per i test di controllo, si procede al restauro definitivo del dente.

Se il nervo è già infetto o ha perso la sua vitalità, occorre ripulire i canali della radice, sagomarli e sigillarli con un materiale inerte.

scalia endodonziaI denti devitalizzati, se sono anteriori (da canino a canino) e se non sono stati troppo distrutti dalla carie, possono essere restaurati mediante una semplice otturazione.

Invece, i denti posteriori (premolari e molari), richiedono un restauro mediante perno moncone e corona.

Denti già devitalizzati che presentano lesioni infettive e ostacoli come per esempio uno strumento fratturato: il microscopio, strumenti subsonici progettati appositamente, localizzatori elettronici di apice radicolare e strumenti rotanti in lega al nichel-titanio, ci consentono di risolvere la maggior parte di questi ritrattamenti endodontici.

Quando la carie ha invaso il dente sotto il margine gengivale, occorre allungare la parte di dente che fuoriesce dalle gengive spostando chirurgicamente più in basso osso e gengive (Allungamento di corona clinica).